Benedetta ragazza!!

Io non sono una persona normale.

Sono talmente ossessionata dalle mie paure (seghe mentali sarebbe un termine più corretto) da perdere ogni contatto con la realtà.

Vedo mostri ovunque.

Non mi sento mai al sicuro. E va bene. Purtroppo questo mondo non è un posto sicuro (e tutti i giornali e telegiornali mi danno drammaticamente ragione), ma forse qualche volta mi faccio prendere un pò troppo la mano e vedo mostri. Anche dove non ci sono.

Oggi pomeriggio sono andata dai miei genitori, quando sono arrivata loro erano fuori per la loro abituale passeggiata pomeridiana, quindi sono entrata con le mie chiavi. Avevano dimenticato la luce accesa nella camera da letto e questo mi ha inquietato, sono andata in cucina, ho aperto il cassetto e preso la mannaia, e con questa ben salda nella mano ho controllato ogni stanza con l’orecchio teso a percepire il più piccolo rumore. Nessuno. Finestre e porte tutte chiuse. Stavo riportando la mannaia in cucina dandomi della psicopatica quando suonano alla porta. Guardo dallo spioncino e vedo un uomo corpulento tutto vestito di nero. Panico. Attraverso la porta chiusa domando “chi è?” e intanto tiro fuori il cellulare dalla borsa “sono Don Marco” seee..complimenti per l’originalità “sono venuto per la benedizione” e ti pare che se era vero mia madre devota com’è non era rimasta in casa ad aspettarlo!! Al di là della porta sento la sua voce divertita “ma non vede come sono vestito??” io intanto cerco di rintracciare  mio padre che naturalmente non sente il telefono, come al solito!! Poi noto sul tavolo una cosa che non avevo visto prima.. L’avviso della diocesi che comunica che  in data odierna il parroco sarebbe passato per l’annuale benedizione delle case e accanto a questa una busta con dieci euro dentro. Sarei sprofondata.

Sono corsa alla porta e scusandomi l’ho fatto accomodare “ma di cosa avevi paura, non hai visto il mio abito??” “l’ho visto ma con i tempi che corrono bisogna stare attenti!!” Ne ha approfittato subito “se non mi conosci vuol dire che non vieni mai in chiesa!!” Touchè “oh..beh..io non vivo quì, questa è la casa dei miei genitori.. io appartengo ad un’altra parrocchia” pericolo scampato “quale??” merda, mente completamente vuota “ehm..sacro cuore” Cè sempre un sacro cuore, o almeno spero. Poi ha fatto la sua benedizione, lasciato il santino, preso la busta con i soldi ed è uscito. Tutto questo ridendo sotto i baffi per il mio comportamento da squilibrata!!

Ma come dargli torto..effettivamente mi sono comportata come una vera e propria pazza..

Quando più tardi l’ho raccontato ai miei genitori si sono sbellicati dalle risate e mi hanno preso in giro tutta la sera!!

L’unica cosa che posso dire in difesa del mio comportamento è che non sono sempre stata così, ma lo sono diventata dopo una brutta esperienza accaduta sei anni fa. una notte torno a casa dalla discoteca, chiudo la porta, accendo la luce e mi trovo faccia a faccia con uno sconosciuto. Pensai “adesso urlo” e, come nel peggiore degli incubi, per un momneto la voce rimase strozzata nella gola. Per fortuna fu solo un attimo e poi l’urlo uscì prepotentemente dalla mia bocca e questo bastò a metterlo in fuga. Mi ci sono voluti un’anno di terapia, una buona dose di sonniferi e un corso di difesa personale per riprendermi un pò, ma mi sembra evidente che non siano serviti a risolvere definitivamente il problema. Lo so che può sembrare un pò eccessivo, in fondo non è successo nulla, ma quello che mi ha tanto sconvolto è stata la consapevolezza che quello che credevo fosse il posto più sicuro del mondo (casa mia) in realtà non era affatto sicuro!

In genere riesco a tenere sotto controllo questi mostri che ho nel cervello e a ragionare razionalmente, ma quando parte l’adrelina il mio cervello gira come il cestello della lavatrice e mi comporto come una pazza, con relative figure di c…a!! Comunque mi sono beccata la benedizione del parroco, speriamo sia di buon auspicio!!

Buonanotte a tutti!!Emma♥♥

Annunci

6 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. pianetavivo
    Mar 02, 2010 @ 21:37:10

    la paura è tollerabile e ti rende simpatica purché stia calmina colla mannaia. +
    Che un tale vestito da prete sia arrivato nell’orario preannunciato non mi sembra affatto una garanzia che sia un prete; e se anche lo fosse… :-I
    voglio dire: se anche lo fosse, il fatto che abbia fatto leva sull’abito per introdursi non mi sembra esemplare.
    Almeno l’hai redarguito?
    Inoltre: se non ti frega del prete, perché non ti sei fregata tu i soldi? :-))

    Rispondi

    • emma
      Mar 04, 2010 @ 14:07:21

      Lo sai che hai ragione..mi sarei potuta tenere quei dieci euro a titolo di rimborso per lo spavento che mi ha fatto prendere..AHAHAHAAHA!!

      A parte gli scherzi grazie per il tuo commento e benvenuto sul blog

      A presto

      Emma

      Rispondi

  2. laprincipessaraffreddata
    Mar 05, 2010 @ 10:17:45

    Ma guarda, io credo che tu sia alquanto coraggiosa!
    Personalemente, credo che avrei finto di non sentire il campanello e sicuramente non avrei aperto… Concordo con pianetavivo, un vestito da prete non è una garanzia 😀 e la paura non è sempre cosa negativa. Buonagiornata!

    Rispondi

    • emma
      Mar 05, 2010 @ 14:07:45

      Grazie per il tuo commento, mi fa picere sapere che non sono l’unica a considere il mondo un posto veramente poco sicuro!!

      Ho letto un pò il tuo blog, complimenti è davvero interessante e ben scritto, mi piace particolarmente quando parli di tua nonna, io ho perso la mia (che adoravo) quando avevo solo dieci anni, e da allora ho sviluppato una particolare simpatia per le persone anziane e le loro storie.

      Grazie ancora per il commento e benvenuta sul mio blog

      Rispondi

  3. marisamoles
    Mar 12, 2010 @ 17:18:42

    Io ti capisco: anche a me basta poco per prendermi uno spavento.
    Un pomeriggio tornavo da scuola e, uscita dall’ascensore, ho visto la porta aperta. Non solo, proprio mentre si aprivano le porte dell’ascensore, ho sentito dei passi correre giù per le scale. Io non sono stata coraggiosa come te, nel senso che non sono nemmeno entrata in casa ma ho chiamato il marito della mia amica che sta al piano di sotto e insieme a lui siamo entrati in casa mia. Non c’era nessuno. In pratica, mio figlio era uscito qualche minuto prima e, nonostante sappia di dover chiudere a chiave la porta, se l’è tirata appresso con poca forza, quindi non si è chiusa. I passi giù per le scale, invece, erano quelli del mio vicino che, avendo trovato l’ascensore occupato, aveva preferito andare giù a piedi.
    E io che credevo chissà cosa!

    Rispondi

  4. pianetavivo
    Set 22, 2013 @ 14:43:53

    La cosa più prudente se uno sconosciuto volesse entrare in casa sarebbe chiamare i carabinieri, specialmente se a volere entrare sono poliziotti (veri o falsi). Affinché almeno ci sia una testimonianza sulla perquisizione che altrimenti essendo smargiassi non registrerebbero.
    Sull’aprire: o hai la porta corazzata, o tantovale aprire, se dimostrano di poterla e volerla sfondare. I vicini di casa se ne strafottono o comunque preferiscono non testimoniare.

    Cfr. a caso (ovviamente invento… ogni riferimento è casuale): 29 settembre 2012 d.C., una donnina che dopo qualche giorno di ospitalità gratuita non se ne voleva andare dalla casa di un anfitrione il quale peraltro l’aiutò a traslocare varie cose spendendoci 4 ore buone,
    chissà cosa raccontò e cosa promise a gente armata per persuaderla ad accompagnarla e introdursi nella casa dell’ex anfitrione, asportandone quel che le pareva.

    Inoltre con IMU e similia la proprietà privata non è una gran proprietà.
    Chissà perché invece restano le proprietà private intellettuali (copyright e brevetti), crimini alla civiltà.

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: