C’è un detto…

..Ieri è storia

Domani è un mistero

Ma Oggi.. è un dono, per questo si chiama

Presente

Maestro Oogway, Kung Fu Panda

La primavera dei colori

Non ricordavo quanto sono belli i colori sotto la luce del sole..dopo questo

lungo periodo di pioggia è bello vedere l’azzurro energico del cielo, il verde dei prati o il rosso vigoroso dei miei fiori preferiti, i papaveri.. come mi piacerebbe uscire adesso da questo ufficio, imbracciare la macchina fotografica e immortalare l’intensità di questi colori.. se non altro per tenere queste foto come scorta nel caso in cui ricominci a piovere e tutto si ingrigisca di nuovo, per poterle attaccare ai vetri delle finestre e fare finta di poter guardare oltre l’acqua più su delle nuvole. Perchè non è detto che se non vediamo qualcosa vuol dire che non c’è a volte  è solo nascosta.. Ed è bellissimo quando finalmente la rivediamo perché riusciamo meglio ad apprezzarne lo splendore e i benfici

Baci Emma ♥

Lo sposta-nuvole

“Mamma io non la voglio più questa pioggia, voglio vedere il cielo..”

“Tesoro il tempo non conosce altri capricci se non i suoi..non c’è modo di comandarlo”

“Ma ci sarà un modo per cancellare questo grigiore….”

“Forse c’è qualcuno con cui posso parlare..aspettami quì!” e così dicendo uscì dalla stanza.

Dopo qualche minuto fece capolino dalla porta “Sei ancora li.. sbrigati metti il giubbotto, dobbiamo uscire subito… Ho parlato con il vento, mi ha detto che avrebbe attaccato uno sposta-nuvole alla mia auto, adesso dobbiamo portarle in un posto dove non ci diano noia e sperare che nessuno ce le riporti indietro!!”

“Ma tu hai detto che il tempo non si può comandare ”

“Infatti è vero.. ma quando il tempo fa arrabbiare il vento, lui chiama i suoi sposta-nuvole e per fargli un dispetto gliele nasconde, io l’ho convinto a prestarcene uno per liberare il cielo sopra alla nostra testa.. Adesso però basta parlare, dobbiamo sbrigarci”

Non ho mai capito come ci sia riuscita.

Non so se si è trattato solo di suggestione o di un grosso colpo di fortuna, ma via via che ci allontanavamo da casa, le nuvole alle nostre spalle sparivano, lasciando il posto al cielo più azzurro che io avessi mai visto.. davanti a noi nubi grigie e minacciose.

“Così dovrebbe bastare” Disse fermando la macchina e guardando alle nostre spalle “che ne dici di festeggiare il nostro buon lavoro con un gelato?”

“E se le nuvole tornano indietro?”

“Legherò lo sposta-nuvole a quell’albero laggiù e poi manderò il vento a riprenderlo”

“Mamma ma non c’è nessuno sposta-nuvole attaccato alla tua macchina, io non lo vedo!!”

” Se non possiamo vedere una cosa non  significa che questa non esiste..Secondo te io ti voglio bene?”

“Tantissimo, sei la mia mamma!”

“E come fai a saperlo?”

“Lo so quando mi abbracci, mi coccoli quando sono triste, mi stai accanto quando ho la febbre, mi racconti storie e mi fai ridere”

“Ma non puoi vederlo”

“E allora?”

“Allora lui ha spostato le nuvole.. Ma insomma lo vuoi o non lo vuoi questo gelato?”

Emma♥