Festa della donna si festa della donna no?

Favorevoli e contrari, i commenti si sprecano.

C’è chi sostiene che le donne andrebbero festeggiate ogni giorno, chi lo considera un giorno della memoria, chi trova doveroso rendere omaggio alla creatura più importante dell’universo. Chi lo vive come un’occasione per passare con le amiche e chi coglie l’occasione per prendersi una serata di libertà da mariti e figli.

Ma come sono le donne di oggi? Esattamente come le donne di ieri. Ci sono donne insicure, che non si sentono amate, donne che combattono ogni giorno per far valere la propria dignità, donne determinate che rincorrono la propria meta, donne che non ce la fanno e si sentono fallite, donne che comunque si rialzano, donne che ignorano la fatica e si impegnano per essere all’altezza delle aspettative, donne stronze che preferiscono ferire piuttosto che essere ferite, donne coraggiose che riescono ad essere più forti del male che subiscono, donne che si perdono e qualche volta si ritrovano. Donne che amano, a volte troppo a volte troppo poco. Donne che piangono, donne che sorridono alla vita. Donne belle, brutte, intelligenti, simpatiche o svampite. Donne di mille colori che colorano la vita.

L’universo femminile è infinito, per questo un solo giorno è poco per rendergli  omaggio!!