momento cruciale

Stavo “razzolando” nel mio archivio alla ricerca di qualcosa da pubblicare sul blog, quando ho trovato un post interrotto dopo poche righe, perché mentre lo stavo scrivendo mi sono accorta che mi si erano rotti i pantaloni..sotto il sedere!!

Ho smesso di scrivere il post e ho messo nero su bianco quello che pensavo in quel momento:

Ecco..adesso ho veramente toccato il fondo!! Mi si sono strappati i jeans proprio sotto il sedere.. devo fare qualcosa, qualcosa di drastico. Il grasso si sta impadronendo del mio corpo, nonostante io stia attenta a quello che mangio, si moltiplica come il virus dell’ebola, letale per i miei fianchi come i pantaloni a righe verticali..

Era il 07 marzo 2010, dal giorno dopo ho cominciato una dieta “seria” (e per seria intendo una dieta bilanciata ed equilibrata, non una di quelle che muori di fame o una mono-alimento) ho cominciato a frequentare la palestra con costanza 3 volte a settimana, e il risultato è stato che da allora peso ben 6 chili in meno!!

Queste poche righe mi hanno fatto tornare in mente due cose, la prima è che questo episodio mi ha fatto trovare la determinazione per portare avanti i miei obbiettivi e mi ha fatto resistere a tutte le tentazioni (io sono estremamente golosa).. la seconda.. è che quelli erano i miei jeans preferiti.. sigh 😦

Emma ♥♥

Annunci

ANNO NUOVO, TEMPO DI BILANCI

Finalmente sono rientrata a lavoro!! No, non è necessario chiamare la neuro, non sono impazzita, sono solo i postumi del Natale che mi fanno questo effetto.. Perché siamo abituati a pensare al Natale come ad un momento pieno di magia, di serenità e di raccoglimento.. cominciano a novembre a tartassarti di immagini idilliache di famiglie riunite e bambini al colmo della gioia, pupazzetti di neve  e babbi natale ammiccanti dalle vetrine invitano il prossimo a regalare felicità attraverso i doni, anche se a Natale manca ancora diverso tempo.. Poi arriva dicembre e arrivano gli addobbi: tutte le strade, le piazze e le facciate delle chiese si rivestono di luci scintillanti e davanti a tutto quello sbrilluccicare  ci sentiamo tutti ancora un po’ bambini e come loro avvertiamo quel senso di impazienza che ci separa dal fatidico giorno.. E poi senza preavviso, è già Natale e per quelli come me che si riducono all’ultimo minuto a fare i regali comincia un vero e proprio Tour de force, tra code chilometriche e budget da rispettare.. e comunque la “Corsa al Regalo” è soltanto la punta dell’iceberg, la parte più massacrante comincia dopo, ci sono i regali da consegnare, la spesa da fare, i parenti da andare a trovare, i sorrisi e le moine per i regali ricevuti, anche per quelli più brutti, quelli che pensi subito a come riciclare, magari il prossimo natale.. insomma una vera fatica!! Poi c’è il cibo: tanto e super-ipercalorico, sorvolando sui pranzi e le cene ci sono tutti gli extra, dovunque vai qualcuno ti offre un cioccolatino, un torroncino, una fetta di panettone ecc.. “ehh che ti farà mai.. per un cioccolatino!!”(frase tipica di chi non ammette un rifiuto come risposta), perdendo così, nel giro di 4/5 giorni, tutti i risultati ottenuti in dodici mesi di sacrifici e diete, ore passate in palestra per cercare di buttare giù quella ciccia che rimane ostinatamente attaccata ai miei fianchi!!

Per questo quando arriva la befana sento come una specie di liberazione, e la nota filastrocca “L’Epifania tutte le feste porta via” suona così rassicurante e propositiva.. E finito il caos natalizio posso tirare una riga e ricominciare un nuovo anno.. e quale modo migliore per cominciarlo se non con la lista dei buoni propositi per il 2010? il primo punto è sempre lo stesso(ormai da troppi anni)

1)      DIETA  (devo perdere almeno 5 Kg)

2)      Riuscire a finire il mio racconto entro la scadenza del concorso

3)      Essere più determinata e perché no anche un pochino più cattiva

4)      Ogni mattina fare colazione con calma , in cucina e non trangugiare una pastina mentre scendo le scale di corsa per andare al lavoro (il che tradotto in poche parole significa alzarsi presto la mattina e non all’ultimo secondo come faccio sempre)

5)      Ricominciare seriamente a frequentare la palestra

6)      Non trascurare le amicizie, ma ricordarsi di fare una telefonata        periodicamente

7)      Essere meno pigra (specialmente nei lavori di casa)

8)      Imparare a risparmiare (basta shopping compulsivo)

9)      Imparare a fare il pane

10)   ….

Lascio la lista inconclusa, non si sa mai, in futuro potrei sentire la necessità di aggiungere altri punti..

Comunque auguro a tutti uno splendido 2010, specialmente alle persone che stanno attraversando un momento buio, con la speranza che il futuro possa riservare tempi migliori e l’incoraggiamento a non mollare mai, perché anche se ora è difficile crederlo “sopra le nuvole c’è sempre il sole”

                                               🙂  BUON 2010 A TUTTI  (-:

Emma